lunedì 30 aprile 2012

QUANDO LA PAROLA BOICOTTARE ED I DIRITTI UMANI SONO SOLO BECERA PUBBLICITA' - Euro 2012

Leggendo i giornali ed ascoltando le televisioni sui toni da nuova e farlocca Guerra Fredda   di questi giorni e di queste ultime ore a cui ovviamente si è ben accodato il Governo Italiano (sempre più coda e copia in peggio della Germania), Mi vien da dire questo:

"E' inutile dire io rappresentante di una Nazione non partecipo per protesta ma faccio giocare la squadra!"

Questo è dire: "Così se la mia rappresentanza vince mi prendo onori e gloria ed ho sia salvato sia fatto la bella faccia di fronte al mio popolo beota e beone (mi si perdoni, ma il loro pensiero è questo!)!

Se decidi di non partecipare non partecipi, ritiri rappresentanza e squadra punto! Boicotti i giochi! Come fecero nel 1980 gli americani alle Olimpiadi di Mosca!"

Altrimenti non è protesta, non è indignazione e non è difesa dei diritti umani!

E' prendere per i fondelli la gente! E', come ho scritto sopra, dire: "Voglio gli eventuali onori che comporta la vittoria della squadra nazionale, ma voglio anche far finta di fare qualcosa per i diritti umani"!

E' farsi pubblicità e della più sporca e schifosa (Quella sulla pelle delle Gente Persone)!

Ma di questo tipo di giochi sporchi Monti, Merkel e compagni ci hanno ben abituato!

Infine chiudo dicendo che mi sovviene un dubbio al posto di compagni forse era meglio dire camerati!

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Ti ringrazio per il tuo commento!